Mobile navigation
Mobile navigation

Errori nel 730? Si può rimediare!

12 Ottobre 2020

Passata la scadenza del 30 settembre – data limite per la trasmissione del Modello 730 all’Agenzia delle Entrate – può capitare di accorgersi di aver fatto degli errori o di aver dimenticato qualcosa in fase di dichiarazione. Nessun problema, in nostro soccorso c’è il 730 integrativo la cui fase di presentazione tramite CAF, o direttamente (ove possibile) col programma dell’Agenzia, scade il 26 ottobre 2020.

Il Modello 730 integrativo è, in pratica, quel modello che serve appunto a “integrare”, cioè a correggere, eventuali errori commessi nel 730 originario. Si possono rettificare informazioni relative ai redditi dichiarati, a oneri detraibili/deducibili dimenticati, ai riferimenti del sostituto d’imposta. Attenzione però, perché il 730 integrativo è possibile farlo solo in alcuni casi, cioè: o in presenza di errori che non abbiano alterato l’esito fiscale/matematico della dichiarazione (quindi errori che non abbiano influito sui valori finali dell’imposta o dell’eventuale credito), oppure quando sono stati commessi errori che ne hanno sì alterato l’esito, ma pur sempre a sfavore del contribuente, cioè in pratica quando l’errore è andato non a vantaggio ma a discapito del contribuente, che allora potrà recuperare in tempi rapidi con l’integrativo.

Se l’errore nel 730 originario fosse stato commesso a proprio favore, cioè se avesse comportato dei benefici in realtà non spettanti o un’imposta più bassa del dovuto, la strada da percorrere sarebbe quella del Modello Redditi correttivo nei termini – entro il 30 novembre – oppure l’integrativo (quest’ultimo entro il quinto anno successivo alla consegna della dichiarazione errata). Contestualmente il contribuente deve provvedere al pagamento del debito dovuto (e degli eventuali interessi e sanzioni).

Prenota qui il tuo appuntamento al CAF ACLI!

Segnalazioni

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI