Assegno unico provinciale: assegno 2021 e attualizzazioni

11 Novembre 2020

A partire dal 2021 il periodo di riferimento per godere dell’Assegno unico provinciale cambia: non coincide più con l’anno solare ma inizia il 1° luglio e termina il 30 giugno dell’anno successivo. Per permettere tale modifica l’assegno attualmente in erogazione ai nuclei familiari che ne hanno fatto richiesta è stato prorogato al 30 giugno 2021, senza il bisogno che il cittadino presenti una nuova domanda.

L’Assegno unico provinciale consiste in un aiuto economico erogato dalla Provincia Autonoma di Trento alle famiglie residenti in Trentino in cui siano presenti figli minori o soggetti invalidi o nuclei familiari a basso reddito, per consentire loro di raggiungere una condizione economica sufficiente a soddisfare i propri bisogni. Per averne accesso è necessario essere in possesso di un indicatore ICEF al di sotto di una specifica soglia e rinnovare la domanda ogni anno.

Per effetto delle modifiche sul periodo di riferimento di cui sopra, coloro che stanno già percependo l’Assegno unico provinciale 2020 non devono rinnovare la domanda entro il termine usuale del 31 dicembre 2020 perché il loro assegno sarà prorogato automaticamente al 30 giugno 2021. Per ottenere gli aiuti dell’Assegno unico provinciale 2021 con decorrenza 1° luglio 2021-30 giugno 2022 le domande si faranno a partire da marzo 2021.

L’attualizzazione dell’Assegno 2020

Discorso diverso per l’attualizzazione dell’Assegno 2020. Se nel corso dell’anno si sono verificati eventi che hanno determinato variazioni significative della situazione economica di un nucleo familiare, si può ricorrere all’attualizzazione dell’Assegno unico provinciale, una pratica che permette di modificare la domanda originaria di Assegno unico provinciale sostituendo al reddito dell’anno 2018, dichiarato nell’ICEF, il reddito percepito nel 2020.

Quest’anno, per far fronte alle conseguenze dell’epidemia da COVID-19, è stata introdotta una specifica forma di attualizzazione che può essere richiesta entro il 31 dicembre 2020 con decorrenza retroattiva per i mesi luglio-dicembre 2020, senza il bisogno di aggiornare il proprio indicatore ICEF. Fino al 31 maggio 2021 si può attualizzare l’assegno alla data della domanda e per i sei mesi successivi (fino al 30 giugno 2021, data oltre la quale si farà domanda di Assegno unico provinciale 2021).

Gli effetti dell’attualizzazione durano sei mesi, allo scadere dei quali il reddito considerato torna ad essere quello dichiarato nell’ICEF. L’attualizzazione può essere apportata solo dall’ufficio di Patronato che ha trasmesso la domanda iniziale ed è destinata ai percettori dell’Assegno unico provinciale che, nel periodo compreso tra l’1 gennaio 2018 e la data della domanda, abbiano subito una riduzione significativa dell’attività lavorativa dipendente (almeno il 30%) o autonoma, oppure abbiano terminato di fruire di ammortizzatori sociali.

Per info e per prenotare un appuntamento: 0461 277 277 | info@aclitrentine.it

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI