Bonus vacanze: il credito d'imposta va richiesto in dichiarazione dei redditi

14 Aprile 2021

Chi ha beneficiato del bonus vacanze entro il 31 dicembre 2020 deve ricordarsi di chiedere l’incasso del credito d’imposta tramite la dichiarazione dei redditi 2021.

Il bonus vacanze è una misura introdotta nel maggio 2020 dal “Decreto Rilancio” per supportare il settore del turismo, gravemente colpito dall’emergenza pandemica. Offriva un contributo da 150 a 500 euro, a seconda del numero di componenti del nucleo familiare, da utilizzare per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, dagli agriturismi e dai bed & breakfast. Beneficiari del credito sono i nuclei familiari con ISEE non superiore a 40.000 euro che ne hanno fatto richiesta nel periodo tra il 1° luglio il 31 dicembre 2020. Il termine entro il quale utilizzare il bonus è stato prorogato al 31 dicembre 2021.

Poiché il bonus viene fruito per l’80% del suo valore sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto alle strutture turistiche ricettive e per il 20% come detrazione di imposta, chi ha usufruito del bonus entro il 30 dicembre 2020 deve ricordarsi di richiedere il credito in sede di dichiarazione dei redditi.

Alcune informazioni utili:

  • se il costo della vacanza è inferiore all’importo massimo del bonus riconosciuto, lo sconto e la relativa detrazione sono calcolati sul corrispettivo dovuto;
  • la detrazione può essere fatta valere fino a concorrenza dell’imposta dovuta solo da chi ha utilizzato il credito d’imposta “Bonus vacanze”;
  • l’eventuale parte della detrazione che non trova capienza nell’imposta lorda non può essere riportata a credito per gli anni d’imposta successivi, né richiesta a rimborso.

CAF ACLI è a disposizione per la tua dichiarazione dei redditi, sia in sede su appuntamento (0461 277277 – caf@aclitrentine.it), sia a distanza (il730.online).

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI