Decreto Sostegni: il contributo a fondo perduto per le Partite Iva

06 Aprile 2021

Nell’ambito del “Decreto Sostegni”, ai lavoratori autonomi colpiti dall’emergenza COVID-19 è stato riconosciuto un nuovo contributo a fondo perduto, da richiedere entro il 28 maggio se in presenza di tutti i requisiti necessari.

La principale condizione per accedervi è che l’ammontare medio mensile del fatturato 2020 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato 2019 (fa eccezione chi ha attivato la partita Iva dal 1° gennaio 2019 che non deve avere questo requisito). Inoltre, per accedere al contributo a fondo perduto bisogna avere la partita Iva attiva al 23 marzo 2021, data di entrata in vigore del decreto Sostegni, e aver avuto ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro nell’anno 2019.

Verificata la presenza di tutti i requisiti, il contributo spettante viene determinato applicando una percentuale alla differenza media mensile del fatturato dell’anno 2020 e l’ammontare medio mensile del fatturato dell’anno 2019.

Il contribuente può decidere di ricevere l’importo totale del contributo sul proprio conto corrente o sotto forma di credito di imposta.

CAF ACLI è a disposizione per la verifica dei requisiti, l’elaborazione e l’invio della domanda (0461 277277 – caf@aclitrentine.it). Ricordiamo che il termine per la presentazione della domanda è fissato al 28 maggio 2021.

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI