IMIS/IMU 2021: scadenza al 16 dicembre

01 Dicembre 2021

L’IMIS è un’imposta locale dovuta dai proprietari nonché dai soggetti che hanno un diritto reale – ad esempio un usufrutto, un diritto di abitazione ecc. – sugli immobili in provincia di Trento. Per gli immobili situati nel resto d’Italia l’imposta da pagare prende il nome di IMU.

Il tributo è applicato e riscosso dal comune nel quale è censito catastalmente l’immobile che costituisce presupposto del tributo.

Chi è obbligato a pagare l’IMIS/IMU?
Il versamento della tassa è dovuto da:

  • il proprietario di fabbricati, aree fabbricabili e terreni;
  • il titolare del diritto reale – usufrutto, uso, abitazione, superficie – di fabbricati, aree fabbricabili e terreni;
  • il coniuge assegnatario della casa coniugale a seguito di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (ma solo nel caso di abitazione “di lusso”);
  • il concessionario nel caso di concessione di aree demaniali;
  • il locatario per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria.

Sono esenti dal pagamento dell’imposta i possessori delle abitazioni principali, a meno che queste non siano accatastate nelle cosiddette categorie “di lusso” A/1, A/8 e A/9. Per abitazione principale si intende l’immobile nel quale la persona risiede anagraficamente e dimora abitualmente.

Quanto si deve pagare?
L’imposta è determinata applicando al valore dell’immobile – calcolato moltiplicando la rendita rivalutata per uno specifico coefficiente legato alla categoria catastale – l’aliquota deliberata dal singolo comune. I comuni ogni anno approvano le aliquote e le eventuali agevolazioni da applicare a seconda della destinazione d’uso dell’immobile.

Quando e come si paga?
L’IMIS/IMU si paga utilizzando il Modello F24 recandosi in banca o alla posta; in alternativa è possibile effettuare il pagamento mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Il versamento può avvenire in due rate pari al 50% del tributo oppure in un’unica rata pari al 100% del tributo. Il pagamento dell’acconto o dell’intera somma devono essere effettuati entro il 16 giugno mentre il saldo deve essere versato entro il 16 dicembre. I singoli comuni, però, possono deliberare di spostare la scadenza per il pagamento in un’unica rata entro il 16 dicembre, come previsto in molti comuni trentini nel 2021.

CAF ACLI è a disposizione per il calcolo dell’imposta IMIS o IMU dovuta e per la predisposizione del Modello F24, nonché per la gestione dei pagamenti telematici (0461 277277 – caf@aclitrentine.it).

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI