Reddito di emergenza

È un intervento per sostenere chi si trova in difficoltà per il protrarsi della pandemia da COVID-19. Le domande vanno fatte entro il 30 aprile 2021.

  • Per chi non trova lavoro:
    se hai terminato la disoccupazione entro il 28 febbraio 2021 e non ti sei rioccupato, potresti ricevere anche tu 1.200 euro sul tuo conto corrente. Non devi beneficiare delle nuove indennità COVID- 19 e il tuo nucleo familiare non deve percepire il Reddito/Pensione di Cittadinanza o la quota A dell’Assegno Unico Provinciale 2020.
  • Per le famiglie in difficoltà:
    per una famiglia residente in Italia il contributo va da 1.200 a 2.500 euro, direttamente sul conto corrente. Sono previsti limiti di reddito e patrimonio che puoi verificare con le ACLI. Il Reddito di Emergenza è incompatibile con Reddito/Pensione di Cittadinanza, quota A dell’Assegno Unico Provinciale 2020, nuove indennità COVID-19, o pensioni.

In entrambi i casi occorre un ISEE 2021 in corso di validità.

Perché rivolgersi al Patronato e al CAF ACLI

CAF ACLI è a disposizione su appuntamento gratuito per il calcolo dell’indicatore ISEE mentre il Patronato ACLI offre assistenza gratuita per la trasmissione della domanda.

Domanda online a distanza

Puoi incaricare gratuitamente e a distanza il Patronato ACLI di presentare domanda di Reddito di Emergenza. Clicca su questo link e rispondi alle domande.

In alternativa chiamaci al numero 0461 277277 per un appuntamento.


Potrebbe interessarti anche:

  • ISEE e domande collegate
    L’ISEE è un indicatore che valuta la situazione economica di un nucleo familiare ed è richiesto per poter accedere a particolari agevolazioni previste a…

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI