La sfida della comunicazione - Incontro, esperienza, responsabilità di Andrea Monda direttore dell'Osservatore Romano

25 Gennaio 2021

23 gennaio 2021

«Desidero quindi dedicare il Messaggio, quest’anno, al metodo del “vieni e vedi” come suggerimento per ogni espressione comunicativa che voglia essere onesta e convincente». Lo spunto per il Messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali del 2021 il Papa lo prende dal primo capitolo del Vangelo di Giovanni dove si racconta dei «primi emozionanti incontri di Gesù con i discepoli». Più volte Francesco ci ha ricordato che, soprattutto nei momenti di crisi, è prezioso ritornare con la mente e con il cuore al “primo amore” e così fa Giovanni che, scrive il Papa «Oltre mezzo secolo dopo, quando Giovanni, molto anziano, redige il suo Vangelo, ricorda alcuni dettagli “di cronaca” che rivelano la sua presenza nel luogo e l’impatto che quell’esperienza ha avuto nella sua vita: “Era circa l’ora decima”, annota, cioè le quattro del pomeriggio». A Giovanni e Andrea il Signore ha rivolto l’invito «Venite e vedete», preceduto da una domanda: «Che cercate?» e di quel dialogo essi ricorderanno per sempre tutto, anche l’orario. Ottimi “giornalisti”. Cosa era successo? Sicuramente quello che è indicato nel titolo del Messaggio: «Comunicare incontrando le persone dove e come sono».

Leggi la riflessione completa

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI