Contest #RESTART – creatività durante il covid

Le limitazioni e la solitudine che il covid da marzo 2020 ad oggi ha portato con sé, visti anche come opportunità per riscoprire le relazioni, l’altruismo, la solidarietà, l’artigianato, l’arte e la creatività.

Piccoli e grandi traguardi che ciascuno di noi ha raggiunto riscoprendo hobby e passioni, creando cose uniche e semplici tra le mura di casa. Capacità che non sapevamo di avere ma che il covid ha fatto emergere.

Come la storia di Anna Chiara 30 anni, che all’inizio del covid, ha riscoperto la passione del cucito, trasformando i tessuti in abiti e regali personalizzati per gli amici o quella di Laura 71 anni che per rasserenare le nipotine ha creato abiti su misura per le bambole, simpatici compagni d’avventure e tessuti ricamati per abbellire la sua casa o ancora Norma 94 anni insegnante di esperanto che ha trovato nella tecnologia l’opportunità di sentire i suoi studenti, quello che credeva impossibile è ora la sua quotidianità infine l’esperienza di Anna, 29 anni che ha capito che bastano un paio di buone scarpe per camminare guardando con occhi nuovi il bello che ci circonda, riflettendo sui propri limiti e attraverso i passi e la fatica provare a superarli.

Rivoluzioni che ci hanno cambiato, che hanno trasformato il nostro modo di guardare, ribaltando consuetudini e punti fermi.

Le Acli Trentine hanno promosso un contest di raccolta immagini, video e testi di quanto realizzato a livello creativo da parte di tutti i cittadini e cittadine, utenti, soci e simpatizzanti durante il periodo della pandemia e in questa sezione sono riportati tutti i contributi dei partecipanti.

 

Dal racconto di Francesca P.

“Lights will guide you home…”
Così cantano i Coldplay, in una delle mie canzoni preferite.
Così ha avuto inizio il mio progetto, da una citazione, come tutte quelle idee che ti si annidano dentro per mesi ed escono all’improvviso dalla più semplice delle azioni.

Leggi tutto

Dal racconto di Gaia M.

Due storie scritte in questo anno di pandemia e che abbiamo colorato con mio figlio Marco di 4 anni.
La prima è “Andrea l’astronauta” nata a novembre 2020.
La seconda è “Andrea l’astronauta e Marina la stella” nata nella primavera 2021.

Leggi tutto

Dal racconto di Alessia B.

Reinventare il modo di passare le giornate durante un lockdown forzato non è sicuramente
semplice, ma fortunatamente sono riuscita a far nascere in me passioni, prima solo in parte
esistenti, che mi hanno permesso di trascorrere quelle giornate in maniera utile, costruttiva e
anche divertendomi.

Leggi tutto

Dal racconto di Cornelia B.

Ero fiera del mio equilibrio  solido e ben strutturato, ci erano voluti anni x renderlo stabile  e capace di sopportare gli urti e gli scossoni che la vita sferrava quotidianamente.

Spalmato sopra tutte le mie sfaccettature dentro e fuori casa era un punto fermo e una certezza concreta.

Leggi tutto

Dal racconto di Stefano B.

“Essendo chitarrista ho deciso di cimentarmi nella liuteria ed ho realizzato una chitarra elettrica riciclando una scatola di legno dello spumante Ferrari.

Proprio come facevano i braccianti afroamericani negli stati meridionali degli USA durante lo schiavismo, con le scatole di sigari costruivano le classiche chitarre rudimentali chiamate ‘Cigar box Guitar’.”

Leggi tutto

Dal racconto di Giulia B.

All’inizio del lockdown dello scorso marzo 2020 ero spaesata. Tutto quello che prima davo per scontato, da un giorno all’altro non lo era più e la mia routine quotidiana era stata completamente scombussolata…

Leggi tutto

Dal racconto di Emanuela D.

Ad inizio pandemia, tutti disegnavano, coloravano ed esponevano arcobaleni.

Io ho recuperato in soffitta “le ali” di uccelli arcobaleno preparate nel 1999 per una scenetta a scuola.

Ho steso i miei arcobaleni al vento, come fanno in Tibet con le bandierine di preghiera… così che il mio augurio arrivasse in tutto il mondo.

Leggi tutto

Dal racconto di Alessia D.

Sono Alessia ho 29 anni, ho vissuto il lockdown con il mio ragazzo e ci siamo riscoperti due bravi cuochi.

Passavamo il tempo a cercare nuove ricette da provare e da mettere subito in pratica e devo dire che tutto ci é sempre riuscito alla perfezione.

Leggi tutto

Dal racconto di Giuliano P.

Alcuni disegni fatti nella chiusura totale, toccano un tema particolare dedicato ad una persona che ha superato il covid.

Leggi tutto

Dal racconto di Federica M.

La cucina non è mai stata una passione per me, anzi, se potevo evitavo molto volentieri di cucinare; non avevo mai provato a fare nulla di particolare o anche minimamente impegnativo, ma durante il lockdown avevo tanto tempo libero, così ho deciso di provare ad imparare a preparare nuovi piatti per cominciare a mangiare cibo più sano.

Leggi tutto

Dal racconto di Annachiara F.

Sono Annachiara, una ragazza di 31 anni che ha sfruttato il lockdown per imparare a cucire. Come mai proprio il cucito? Con una nonna sarta, una mamma appassionata di patchwork ed una vecchia macchina da cucire Singer nell’armadio, non avevo altra scelta.

Leggi tutto

Dal racconto di Germana F.

I miei lavori effettuati durate il covid. Uno è rimasto incompiuto da quando si è cominciato a poter uscire e camminare. Speriamo che presto finisca tutto e si torni a una vita normale.

Leggi tutto

Dal racconto di Debora C.

Il lockdown mi ha spinta a mettermi in contatto con la mia parte più creativa. Vivendo un periodo particolarmente triste e stressante, come penso sia stato per la maggior parte delle persone, ho sentito la necessità di esternare le mie emozioni attraverso la preparazione di torte e dolci di vario tipo.

Leggi tutto

Dal racconto di Jole D.

Come riassumere l’anno del covid-19 e la prima quarantena?

Molti credono che il terribile tributo imposto dal nuovo coronavirus sia la prova dell’impotenza dell’umanità di fronte alla forza della natura. In realtà, il 2020 ha dimostrato che l’umanità è tutt’altro che impotente.

Oltre ai risultati senza precedenti della biotecnologia, l’anno del covid ha anche messo in evidenza il potere della tecnologia dell’informazione.

Leggi tutto

Dal racconto di Graziella M.

Da qualche anno ho sviluppato la passione per il creare, passione nata quando ho fatto il primo mercatino degli hobbisti, ma in questo ultimo anno cercavo qualcosa di nuovo che mi stimolasse per non cadere nella noia delle giornate di lockdown ed è qui che ho riscoperto l’arte del riciclo con carta, lana e cialde del caffè.

Leggi tutto

Dal racconto di Mariella N.

Lavorare all’uncinetto è sempre stata una delle mie più grandi passioni, mi fa rilassare e mi rende felice, ma non ho mai avuto molto tempo libero da dedicargli. Durante il lockdown, un po’ come tutti, ho avuto la possibilità di avere più tempo a disposizione, così ho deciso di impiegarlo nel realizzare accessori all’uncinetto.

Leggi tutto

Dal racconto di Massimiliano E.

Durante il periodo di lockdown 2020, visto il maggior tempo a mia disposizione, ho dato pieno sfogo alla mia passione per il modellismo ferroviario.
Nel 2019 avevo deciso di acquistare una stampante 3D, non la classica stampante 3D in cui il filamento riscaldato si deposita su un piatto, ma una di quelle in grado di produrre dettagli modellistici con una risoluzione di 0,03mm tramite la solidificazione di una resina liquida esposta a dei raggi ultravioletti

Leggi tutto

Dal racconto di Romina M.

Coco gioca col vento è un libro per bambini che nasce dal pensiero forte di far conoscere la storia di Tomaso, un ragazzo mancato lo scorso anno all’età di 32 anni, attraverso le sue foto scattate in giro per il mondo. Il libro uscirà a fine giugno e sarà pubblicato da Erickson. Il libro è stato pensato interamente in quarantena, e ha visto il coinvolgimento di una lunga lista di amici che hanno disegnato, colorato, corretto.

Leggi tutto

Dal racconto di Giada R.

Una tela e dei colori e…tutto il resto scompare!

L’arte è il mio mondo. Un mondo fatto di ritratti, di paesaggi e di giochi di colori che mi ha sempre incuriosita ed affascinata.

Leggi tutto

Dal racconto di Mario B.

“Evvai, finalmente la meritata pensione e posso godermi le giornate..ah no, è cominciato il COVID e devo stare chiuso in casa!” Così è cominciata la mia vita da pensionato, a dover trovare un modo per passare il tempo durante le giornate di lockdown e, nonostante avessi sempre avuto una grande manualità nel creare le cose o nell’ingegnarmi a costruire, navigando in internet ho trovato l’idea per un nuovo progetto che sicuramente mi avrebbe fatto passare il tempo in questo periodo. Ho deciso di cominciare a costruire degli “omini del vento.”

Guarda il video

Dal racconto di Serena B.

E’ il 9 marzo 2020.

La mia vita di studentessa al liceo subisce un brusco cambiamento.

La mia mente ed il mio cuore si lasciano sopraffare da una paura smisurata di fronte ad uno sconosciuto virus che ha deciso di fare il giro del mondo ed alloggiare presso chi vuole.

Guarda il video

Dal racconto di Erica

Uncinetto, una passione che unisce le generazioni!

Guarda il video

Dal racconto di Luigi Torboli - Gruppo Albora

Per il gruppo Albora le attività estive del 2020, a margine del lockdown, sono state una grande opportunità di crescita individuale e di gruppo.

Sono stati infatti realizzati dei video interamente progettati, realizzati, elaborati e caricati dai ragazzi partecipanti, senza la figura degli adulti. Un valore molto importante che ha permesso loro di sviluppare creatività, lavoro di squadra e competenze.

Guarda il video

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI