World Citizen Lab: prospettive di cittadinanza globale


Mercoledì 24 giugno dalle 17.00 alle 20.00 si svolgerà l’evento in modalità live streaming “World Citizen Lab, prospettive di cittadinanza globale”, di cui le Acli sono partner del progetto, con la presenza di Enrico Giovannini, Johnny Dotti, Eleonora Vlach e Andrea Bianchi.

Enrico Giovannini, co-fondatore e portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), rete di oltre 240 soggetti della società civile creata per attuare in Italia l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, introdurrà le tematiche legate all’Agenda 2030 e allo stato di attuazione rispetto agli obiettivi previsti, anche in relazione alle conseguenze dell’attuale emergenza sanitaria.

Johnny Dotti, pedagogista ed imprenditore sociale, racconterà esperienze di come rendere le città e le Comunità più inclusive, sicure, durature e sostenibili. Tornare ad abitare: importanza e ruolo della comunità per non essere isole alienanti e alienate.

Eleonora Vlanch, ricercatrice post-doc presso l’Università di Francoforte in Germania, approfondirà come assicurare un’istruzione di qualità, equa ed inclusiva, proponendoci un’analisi approfondita delle disuguaglianze di istruzione dovute all’origine sociale e etnica degli studenti. Presenterà i risultati di una ricerca volta a mettere in evidenza se e in quali aspetti i giovani con cittadinanza non italiana presentano delle specificità, e come queste possono concorrere a favorire o ostacolare i percorsi di integrazione scolastica e sociale.

Infine Andrea Bianchi, ingegnere “scalzo”, ci incanterà con un intervento dal titolo “Il senso del Luogo“, abbracciando il terzo obiettivo dell’Agenda 2030 che intende assicurare la salute ed il benessere per tutti e per tutte le età. Salute e benessere, cambiamento climatico e vita sulla terra sono strettamente collegati all’allontanamento dell’uomo dalla natura. Il percorso per arrivare alla comprensione di questa realtà ci viene suggerito dalle due più grandi emergenze globali che attualmente stiamo vivendo: la pandemia di coronavirus e il cambiamento climatico.

Andrea Bianchi ci suggerirà come ritrovare la connessione vitale con la Terra, senza continuare ad affidarci solo alla tecnologia e alla comprensione razionale dei fenomeni.

A concludere la serata un breve focus sui momenti salienti che hanno caratterizzato il progetto WCL; dalla selezione dei facilitatori ECG (educazione alla cittadinanza globale), alla creazione dei gruppi di lavoro, alla scelta dei temi d approfondire e delle attività svolte sul territorio. A condurci in questo excursus l’ ente capofila e promotore del progetto Nadir Onlus.

L’evento gratuito si potrà seguire sulle pagine Facebook e Youtube @worldcitizenlab con la possibilità di fare domande ai relatori attraverso le chat.


apri la Chat

Condividi: