Mobile navigation
Mobile navigation

Le Acli a Berlusconi: Tassare le rendite

21 Maggio 2005

Le Acli a Berlusconi: Tassare le rendite finanziarie per reagire al declino dell’economia. Il dato dalla ricerca Iref: Favorevole il 50% degli italiani, contrario il 36%

Roma, 19 maggio 2005 Tassare le rendite finanziarie per rimettere in circolo i capitali inutilizzati e ridurre il costo del lavoro. Non c’è altra strada per reagire al declino e rilanciare l’economia. Le Acli replicano al presidente del consiglio Silvio Berlusconi – che ha escluso ieri categoricamente l’ipotesi di aumentare l’imposizione sui redditi di natura finanziaria – rilanciando la proposta già contenuta nell’Agenda del Lavoro presentata recentemente per le celebrazioni dei 60° anni dell’Associazione.

Una proposta che sembra trovare, tra l’altro, il consenso della maggioranza dei cittadini italiani. Secondo infatti i dati dell’ultimo rapporto dell’Iref, l’Istituto di ricerca delle Acli, sul “Fisco degli Italiani“, il 50% del campione intervistato si dichiara favorevole ad “aumentare la tassazione sulle azioni e sui titoli di Stato per diminuire le tasse su stipendi e pensioni”; contrario, invece, il 36%, mentre il 14% ha risposto “non so”.

Parla il presidente delle Acli Luigi Bobba: «I livelli di tassazione del lavoro rispetto a quelli della rendita sono troppo diversi e troppo favorevoli a quest’ultima. Fino a che le rendite finanziarie saranno tassate al 12,5% e il lavoro al 32%, chi potrebbe mai convincere un investitore a dirottare i suoi soldi nell’impresa e nel lavoro?»«Non c’è altro modo – continua Bobba – per rimettere in circolo i capitali inutilizzati e insieme ridurre il costo del lavoro, passaggio obbligato per favorire la competitività delle imprese e soprattutto rilanciare l’occupazione. Aumentare l’imposizione sui redditi di natura finanziaria, e diminuire le tasse sul lavoro e sugli utili d’impresa, significa imboccare la strada giusta, forse anche l’unica, per reagire al declino dell’economia e rilanciare il Paese».

Segnalazioni

La tua opinione per noi è importante

Indica qui di seguito i tuoi dati per poterti contattare e la pratica relativa alla tua segnalazione.


INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) IN MATERIA DI TRATTAMENTO E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI